Alessandro Arseni parla del suo libro dedicato alla Storia della navigazione postale italiana

ArseniL’opera consentirà di determinare la rarità o meno di un oggetto postale.  Dopo il pioniere Umberto Del Bianco nessun altro aveva approfondito la storia della navigazione a vapore pur vantando l’Italia grandi tradizioni. Rispetto ai predecessori sono stato favorito dall’informatica e dai servizi bibliotecari. Enorme l’impegno richiesto e le spese sostenute.  Chi investe in filatelia per avere un ritorno anche piccolo oltre alla passione deve studiare. Una bella collezione si fa con il tempo e non richiede per forza grandi spese. La filatelia è cultura e la cultura non ha prezzo.

Perché quest’opera?

La copertina del libro di Alessandro Arseni (sopra) Storia della navigazione e dei Servizi postali sul Mediterraneo dal 1818 al 1839.

La copertina del libro di Alessandro Arseni (sopra) Storia della navigazione e dei Servizi postali sul Mediterraneo dal 1818 al 1839.

Il lavoro è nato per risolvere in via definitiva le domande che una lettera viaggiata per via di mare pone al suo possessore: “Con quale mezzo è viaggiata? A quale nazionalità appartiene il bastimento e di quale Compagnia di Navigazione? Quali Linee di Navigazione erano in servizio nell’Italia preunitaria? Come si “legge” una lettera viaggiata con un vapore e quali sono le forme di affrancatura, tassazione e inoltro con i bastimenti postali? L’opera completa cercherà di risolvere tutte le domande che si pone un collezionista esperto e sarà di grande aiuto anche ad un neofita, permettendo di evitare gli errori che sovente si compiono quando si inizia una collezione di Storia Postale.

Continua a leggere