Natixis Global Asset Management. La Fed procede verso la stretta monetaria

In primo piano

La Federal Reserve

La Federal Reserve

Le decisioni della Federal Reserve di lasciare i tassi invariati e di iniziare la riduzione del bilancio a ottobre erano attese dal mercato. Tuttavia, i toni usati dalla Fed e le proiezioni contenute nel Dot Plot relative alla dinamica futura del rialzo dei tassi di interesse sono risultati più aggressivi del previsto. Dopo il passaggio di Harvey e Irma all’inizio di questo mese, la probabilità implicita di un rialzo dei tassi in occasione del meeting di dicembre era scesa del 20%. Continua a leggere

Dorval Asset Management. I quattro driver dei mercati

In primo piano

La Borsa di Wall Street a New York

La Borsa di Wall Street a New York

Macro-Eco: il quadro d’insieme, le politiche macroeconomiche, i rischi politici e l’accelerazione del ciclo. L’ottimismo sulla crescita mondiale porterà alla normalizzazione monetaria, ma a passo di tartaruga. L’equilibrio fra crescita e tassi di interesse dovrebbe quini restare molto favorevoli ai mercati azionari. Valutazioni: i multipli di valutazione, i premi di rischio, le curve dei tassi, il valore relativo. Continua a leggere

Janus Henderson Investors. Fed, riduzione di bilancio da ottobre. Attesi tre rialzi nel 2018. Articolo di Mitul Patel

In primo piano

imagesLa Fed ha dichiarato che, a ottobre, inizierà a ridurre il proprio bilancio, in linea con quanto annunciato a giugno. Il dot plot della Fed suggerisce un rialzo dei tassi di interesse a dicembre e tre strette monetarie nel corso del prossimo anno. Ci aspettiamo un rialzo in meno per il 2019, mentre il tasso nominale di lungo periodo continuerà a scendere verso il 2.8%. Inoltre, il dot plot mostra le proiezioni per il 2020;  si prevede una stima mediana dei tassi del 2.9%. Continua a leggere

La Française. Fed, confermate le previsioni. Commento di François Rimeu

In primo piano

La Federal Reserve

La Federal Reserve

Il risultato dell’ultimo meeting della FOMC è in linea con le nostre aspettative. La decisione di liquidare il bilancio era atteso e non ha sorpreso il mercato. Le previsioni sui tassi di interesse confermano nuovamente l’intenzione della commissione di aumentarli ancora una volta quest’anno e per tre volte ancora nel 2018. Continua a leggere