Unigestion. Un mondo di estremi: il mercato prezza i rischi in essere in misura crescente

Il New York stock exchange di New York

Il New York stock exchange di New York

A partire da maggio, il mercato sta scontando in misura crescente i rischi esogeni (commerciali e politici) e appare sempre più polarizzato al suo interno. Ad esempio, il nostro indicatore “trade fear” ha raggiunto i livelli più alti dalla fine del 2016. L’indicatore si basa sulla performance delle classi di attivo che mostrano la correlazione più alta con l’andamento delle notizie legate alle tensioni commerciali: settore auto, titoli statunitensi esposti alla Cina, won coreano etc. Le banche europee mostrano, inoltre, un rapporto prezzo-utili (ovvero una valutazione di mercato) piuttosto depresso rispetto a quello dell’indice MSCI Europe. Qualcosa di simile è successo solo nel 2016, 2012 e 2009. Oltre che dai dati economici più deboli, le banche sono principalmente penalizzate dalla discesa dei rendimenti Bund. Inoltre, i titoli ciclici in Europa mostrano una sottoperformance rispetto a quelli difensivi così fortemente pronunciata come durante il crash avvenuto alla fine dello scorso anno. Infine, secondo i nostri modelli, i titoli Value europei, che di solito sottoperformano in caso di declino dei rendimenti obbligazionari, mostrano un elevatissimo grado di sottovalutazione rispetto a quelli Growth che si è visto solo altre quattro volte dal 1995. Tali dicotomie richiedono naturalmente fattori positivi per invertirsi. Tipicamente, notizie politiche in miglioramento (soprattutto dal lato delle dispute commerciali), nonché sorprese macro e rendimenti obbligazionari in ripresa. Nel breve termine, le banche centrali accomodanti – sebbene sicuramente di supporto nel medio termine – potrebbero non essere sufficienti. Restiamo perciò cauti e manteniamo una posizione piuttosto neutrale sull’azionario

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre + due =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>