Borsa. Milano approfitta della schiarita su dazi e Fed e chiude bene (+0,6%)

PALAZZO MEZZANOTTEMilano, 10 giugno – Altra seduta positiva per le Borse europee che accelerano nel pomeriggio grazie alla buona apertura di Wall Street, dove ora il Dow Jones guadagna lo 0,67%. A spingere i listini ci sono due fattori: lo stop ai dazi americani sul Messico (che sarebbero dovuti scattare oggi) e la scommessa degli operatori su un prossimo taglio dei tassi da parte della Federal Reserve dopo il deludente dato sugli occupati Usa di venerì scorso. Ciò mentre si allenta ancora la pressione sull’obbligazionario con lo spread Btp-Bund in calo a 258 punti base. Piazza Affari chiude così in rialzo dello 0,1% trascinata dal comparto bancario (brillante in tutta Europa), in particolare da Banco Bpm (+3,7%), Ubi (+3,3%) e Bper (+3,1%). Acquisti anche su Tenaris (+3,2%) e Telecom (+3,2%) mentre Fca segna +1,7% dopo che il ministro francese dell’Economia Bruno Le Maire ha definito l’ipotesi di aggregazione con Renault, bloccata bruscamente nei giorni scorsi, “una buona opportunità”. In coda al listino realizzi sulle utility con Enel (-1%) che ripiega dai massimi. Sul resto della Borsa milanese tiene banco il caso Mediaset, che dopo l’annuncio del maxi riassetto a livello europeo balza del 4,2%. Sul fronte dei cambi, l’euro rimane sopra la soglia di 1,13 dollari: vale 1,131 dollari (da 1,134 dollari di venerdì). La divisa quota inoltre 122,78 yen (122,5), mentre il dollaro/yen si attesta a 108,51 (108). Il petrolio sale dello 0,5% con il Wti a 54,3 dollari al barile.

 

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ cinque = sette

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>