Borsa. I listini puntano su “fase 2” della pandemia. A Milano (+3%) banche sugli scudi

Piazza Affari

Piazza Affari

Milano, 6 aprile – Le Borse europee puntano sulla ‘fase 2′ della pandemia di Coronavirus e scommettono su un esito positivo dell’Eurogruppo di domani, che sarà chiamato a dare una risposta comunitaria alla crisi mentre cresce il consenso (anche in Germania) su un possibile ricorso agli Eurobond. Allo stesso tempo dalla Spagna e soprattutto dall’Italia arrivano segnali su un rallentamento del contagio e anche dagli Stati Uniti – dove i future di Wall Street guadagnano oltre il 3% – l’amministrazione vede segnali di stabilizzazione del Coronavirus. Così a metà seduta Milano guadagna il 3%, Francoforte il 4,5% e Parigi il 3,7% dopo che Tokyo stamattina ha chiuso a +4%; meno brillante Londra (+2%) dopo il ricovero del premier Boris Johnson. Guidano i rialzi i settori più penalizzati nelle ultime sedute come viaggi, auto e banche (+5% a livello europeo) mentre scende ancora la volatilità ormai ai minimi da inizio marzo. A Piazza Affari, sale in blocco tutto il comparto bancario dopo i cali di venerdì: in attesa del Decreto del Governo sulle garanzie ai crediti, Unicredit e Intesa Sanpaolo salgono del 7% e Mediobanca del 5%, sostenute anche da un report di Bofa. Acquisti su Campari (+7,5%) che guarderebbe a possibili acquisizioni all’estero mentre Atlantia (+2,5%) prosegue il rally alla vigilia del cda di aggiornamento su Aspi. Fca sale del 4% nonostante il rinvio dell’assemblea mentre Pirelli (+1,1%) assorbe senza grandi scossoni il taglio alla guidance 2020. Deboli le utility, Eni è sulla parità mentre il greggio torna a flettere con Wti e Brent in flessione di quasi il 4% rispettivamente a 27,3 e 32,8 dollari. Sul mercato dei cambi, l’euro sale leggermente a 1,08 dollari (da 1,0796 di venerdì in chiusura) e sullo yen a 117,98 (da 117,14) mentre il rapporto dollaro/yen è a 109,2 (da 108,54). La sterlina vale 0,881 contro euro (da 0,878 di venerdì) e sale a 1,23 dollari (da 1,225) .

 

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ otto = undici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>