Borsa. L’Europa crede agli spiragli sui dazi. Milano sugli scudi (+1,31%) con le banche promosse da Moody’s

PALAZZO MEZZANOTTEMilano, 4 dicembre – L’ago della bilancia dei mercati europei è ancora Donald Trump: ieri ha ipotizzato uno slittamento dell’accordo con la Cina sui dazi a dopo le elezioni americane del 2020 mandando in rosso le Borse, oggi ha chiarito che il dialogo procede “molto bene” e i nodi saranno sciolti e i listini hanno puntato verso l’alto. Parigi ha così guadagnato l’1,27%, Francoforte l’1,16%, Madrid l’1,4% e Londra lo 0,42%, in attesa del voto del 12 dicembre. Anche Milano (+1,31%, sui massimi di giornata) si è allineata alle altre piazze, sostenuta dal calo dello spread a 169 punti, dai 173 di ieri, e dal buon andamento delle banche, incoraggiate dal fatto che Moody’s ha alzato l’outlook del sistema bancario italiano da “negativo” a “stabile” (Banco Bpm +2,96%, Ubi +2,51%, Intesa Sanpaolo +2,05%). Sul Ftse Mib la migliore è stata Buzzi Unicem (+3,45%), che rimbalza dopo il calo del 7% registrato tra il 27 novembre e ieri. Hanno corso anche gli energetici (Saipem +2,16%, Eni +1,28%, Tenaris +2,12%) sostenuti dal rally del petrolio innescato dal calo superiore alle previsioni delle scorte americane e dalla possibilità di ulteriori tagli della produzione di greggio da parte dei Paesi Opec e Opec+ che si riuniranno domani e venerdì a Vienna (il future gennaio sul Wti sale del 3,23% a 57,88 dollari al barile, mentre il Brent a febbraio cresce del 2,96% a 62,62 dollari). Il tema dazi spinge gli industriali e i tecnologici. Sul mercato valutario, l’euro è in rialzo e vale 1,1089 dollari (1,1077 in avvio e 1,1081 ieri), mentre contro yen vale 120,656 (120,18 all’apertura e 120,89 ieri). Il dollaro/yen è a 108,793.

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


due + sette =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>