Mercati. Forum UE, necessarie misure rapide per migliorare l’accesso agli investimenti in equity

coronavirus-mercati-finanziari-pauraBruxelles, 10 giugno – Completare il mercato unico dei capitali è una delle vie per consolidare la ripresa economica e la stabilità del sistema finanziario. Questo il messaggio del Forum di alto livello designato dalla Commissione europea che ha avanzato una serie di raccomandazioni alla Ue. Tra queste l’invito a proporre rapidamente misure per migliorare l’accesso all’investimento in equity, rafforzare le infrastrutture del mercato, superare la frammentazione del post-trading e le difficoltà per gli investitori finali a esercitare i diritti di proprietà. Il Forum di alto livello indica che la Commissione dovrebbe proporre norme per incoraggiare soprattutto l’investimento in equity anche nelle pmi rivedendo Solvency II e prestando la dovuta attenzione alle disposizioni che incidono sull’andamento del mercato e sugli investimenti a lungo termine nel capitale azionario delle pmi da parte di banche e società non bancarie, durante l’attuazione degli standard di Basilea III. Poi occorre una spinta decisiva per promuovere le cartolarizzazioni che favoriscono significativi guadagni di diversificazione creando strumenti finanziari con rischi inferiori rispetto alle singole attività nel pool di “cartolarizzazione” sottostante. Ciò perché ‘la cartolarizzazione offre agli investitori opportunità di investire in esposizioni creditizie al consumo e societarie che altrimenti non sarebbero disponibili per loro’. Inoltre ‘consente alle banche di liberare capitali, aumentando così la loro capacità di estendere nuovi finanziamenti alle pmi per sostenere la transizione verso un’economia più sostenibile’. Si tratta di semplificare in modo significativo il processo di valutazione del trasferimento del rischio, adattare il trattamento prudenziale della cartolarizzazione per banche e assicuratori, sostenere lo sviluppo di cartolarizzazioni sintetiche, riconsiderare l’ammissibilità della cartolarizzazione a fini di liquidità nonché semplificare le informazioni. Inoltre si raccomanda di modificare i prospetti, le norme sull’abuso di mercato e il quadro Mifid per rendere più attraente per le Pmi la quotazione in Borsa

Per quanto concerne le infrastrutture di mercato si raccomanda di rafforzare il ‘passaporto’ per il deposito centrale titoli e migliorare la convergenza di vigilanza tra le autorità nazionali. Poi occorrono una proposta comunitaria per fornire una definizione armonizzata di ‘azionista’, chiarimenti e armonizzazione delle relazioni tra investitori, intermediari ed emittenti sul diritto di voto facilitando l’uso delle tecnologie per promuovere l’esercizio dei diritti degli azionisti. Oltre a clausole standard volontarie per permettere alle istituzioni finanziarie di valutare e gestire meglio i rischi derivanti dal ricorso ai fornitori di servizi ‘cloud’. Per il settore ‘retail’ il Forum raccomanda alla Commissione di presentare una serie di iniziative per allineare le norme sugli incentivi nella legislazione settoriale e migliorare la trasparenza degli incentivi; studiare il ruolo degli incentivi nell’adeguatezza dei processi di consulenza e vendita, incluso il ruolo e impatto degli incentivi nei servizi di sola esecuzione; presentare un certificato e volontario marchio di qualità paneuropeo per i consulenti finanziari e creare una nuova categoria di investitori qualificati non professionali. Infine dovrebbe essere rafforzato il mandato di Esma (autorità Ue mercati finanziari) ed Eiopa (autorità Ue per assicurazione e fondi pensione) per rafforzare le convergenza nella supervisione ‘con poteri più ampi nella gestione delle crisi’ e assicurando risorse adeguate.

 

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre + = otto

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>