Consob. Savona, Borsa migliora, operatori pensano che le cadute del prezzo siano eccessive

Il presidente della Consob, Paolo Savona

Il presidente della Consob, Paolo Savona

Roma, 28 maggio – “La ripresa di Borsa, la cessazione della speculazione, è quando la speculazione si renderà conto che un titolo che vale un terzo di quello che valeva nel 2019, è sottovalutato. E’ quello che sta succedendo”. Lo ha evidenziato il presidente Consob, Paolo Savona, in audizione nella commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario. “La Borsa sta migliorando – ha fatto rilevare – e ha migliorato, solo il 19 ha avuto quella caduta (all’indomani dello stop allo short ban, ndr), stiamo recuperando, non tutto, gli operatori incominciano a pensare che quella caduta di prezzo è eccessiva e fanno affluire risparmio nella Borsa italiana”.

“Il potere di chiusura della Borsa non ce l’ha la Consob, ce l’ha il ministro del Tesoro”. Il presidente della Consob, Paolo Savona, torna così in un’audizione nella commissione d’inchiesta sul sistema bancario, sulle giornate di inizio marzo che hanno portato alla sospensione delle vendite allo scoperto. E ha peraltro puntualizzato: “Ritengo che la Borsa debba rimanere aperta, altrimenti il risparmio italiano se ne va comodamente all’estero, non ho esercitato alcuna pressione per la chiusura perché lo ritengo un errore. Significherebbe uscire dall’economia di mercato”

E ai parlamentari che contestavano a Consob di non aver agito tempestivamente nella fase di maggior turbolenza sui mercati finanziari, ha risposto, dopo avere ricordato di avere avuto interlocuzioni con Esma, operatori e le istituzioni italiane: “Le leggi interne non ci consentivano di intervenire, la responsabilità non cade su Consob, è vostra, ci dovete cambiare le leggi”. Secondo Savona “la situazione di mettere mani sulle leggi è un passaggio fondamentale”. Ma, ha puntualizzato: “Non chiedo più poteri, chiedo solo che ci sia qualcuno che comandi e che si assuma le responsabilità”.

 

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ sei = nove

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>