WisdomTree. WTI negativo sul Nymex, a pesare è lo stoccaggio. Commento di Nitesh Shah

oil-and-gas-shutterstock_164604326Il contratto petrolifero attivo West Texas Intermediate (WTI) sul Nymex di maggio, in scadenza oggi, ieri è stato scambiato per un breve periodo di tempo a un livello di quasi -40 dollari al barile e attualmente è pari a 1,42 dollari al barile. Più tardi, nel corso della giornata odierna, il contratto attivo diventerà il contratto di giugno, che scambia a 21,40 dollari al barile. Guardando un generico grafico dei prezzi WTI,  si potrebbe essere tentati di pensare che si potrebbe arrivare dal nulla a quasi 60 dollari al barile, una volta passati al contratto di giugno. Ma non è possibile, a meno che non si disponga di molto spazio fisico di stoccaggio per contenere il petrolio consegnato per un mese.

La ragione del prezzo negativo di ieri è infatti che il margine stoccaggio del petrolio sta diventando molto stringente. Si viene effettivamente pagati per acquisire il petrolio e stoccarlo. Il contratto in scadenza consegnerà il petrolio tra il 1° e il 31 maggio, quindi chi ha un contratto lungo e sta prendendo la fornitura fisica ha bisogno di un posto dove conservarlo.

Allo stesso modo, i detentori del contratto a maggio 2020, molto probabilmente l’avrebbero estinto prima delle grandi mosse dei prezzi di ieri, salvandosi da grosse perdite. Come mostra il grafico 2 del prezzo WTI qui sotto, tutti gli altri contratti a termine sul petrolio WTI hanno mantenuto un prezzo positivo e non sono scesi neanche lontanamente quanto il contratto del mese precedente.

 

Questa voce è stata pubblicata in Economia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove + = quindici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>