Borsa. Europa rimbalza con occhi sulla Fed, Milano (+2,6%) svetta grazie ad Atlantia

PALAZZO MEZZANOTTEMilano, 28 gennaio – L’attesa per la decisione che domani prenderà la Federal Reserve in materia di politica monetaria ha messo in ombra le preoccupazioni per la diffusione del coronavirus e spinto al rialzo le Borse europee. Milano è stata la migliore con il Ftse Mib che ha chiuso a +2,61% e lo spread ha continuato a scendere portandosi a 138 punti ai minimi da metà settembre. Il movimento dei titoli di stato ha favorito le azioni bancarie. Unicredit (+2,48%) e Ubi (2,87%) sono state le migliori. Si sono inoltre messe in evidenza le Atlantia (+6,38%), mentre si fa largo la tesi che si riapra il dialogo tra la società e il Governo per scongiurare la revoca della concessione. Rimbalzano le azioni del lusso dopo gli scivoloni dei giorni precedenti e nell’attesa dei dati sulle vendite di fine 2019. In serata pubblicheranno i numeri il colosso francese Lvmh e anche l’italiana Ferragamo (+2,57%). Sul fronte dei cambi, l’euro si attesta a 1,1002 dollari (da 1,1019) e a 120,05 yen (da 120,052), mentre il biglietto verde vale 109,13 yen (108,952). Il petrolio, dopo aver perso quota in mattinata, ha invertito la rotta: il wti, contratto con consegna a marzo, sale dell’1,2% a 53,79 dollari al barile.

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto + = tredici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>