A Londra 85 società italiane incontrano gli investitori internazionali in occasione dell’AIM Italia e STAR Conference 2019

La Borsa di Londra

La Borsa di Londra

Londra, 21 ottobre. Al via oggi a Londra AIM Italia e STAR Conference di Borsa Italiana, una tre giorni di incontri tra aziende italiane e investitori che vede come protagoniste 34 società quotate su AIM Italia e 51 società quotate sul segmento STAR. AIM Italia Conference, giunta a Londra alla sua seconda edizione, registra ottimi numeri: 34 società presenti con 350 incontri organizzati con circa 90 investitori in rappresentanza di oltre 60 case d’investimento (78% estere e 32% italiane). Le 51 società quotate sul segmento STAR saranno invece protagoniste di oltre 1.000 meeting one-to-one con circa 160 investitori in rappresentanza di oltre 110 case d’investimento (87% estere e 13% italiane). Questa sera nella sede dell’ Ambasciata d’Italia a Londra si terrà l’evento “I temi della sostenibilità come leva strategica di crescita e di miglioramento del dialogo con il mercato”. Ad aprire i lavori Raffaele Trombetta, Ambasciatore d’Italia a Londra e Robert Barnes, Global Head Primary Markets and CEO Turquoise. Seguiranno una conversazione tra Maurizio Zollo, Professor of Strategy and Sustainability dell’Imperial College London e di Alessandra Franzosi, Head of Pension Funds & Asset Owners di Borsa Italiana. Durante l’evento si terrà inoltre una tavola rotonda moderata da Barbara Lunghi, Head of Primary Markets di Borsa Italiana con Gianluca Beschi, CFO e IR di Sabaf, Gregorio Ferraris, CEO di Fine Foods & Pharmaceuticals e Karim Tonelli, IR and Performance Management Director di Aquafil.

 AIM Italia di Borsa Italiana ad oggi conta 130 società quotate per una capitalizzazione complessiva pari a 6,7 miliardi di Euro e una capitalizzazione media pari a 53 milioni di Euro (dato aggiornato al 30/09/2019).

In questi ultimi anni AIM Italia sta vivendo un importante momento di crescita e consolidamento, con 27 nuove ammissioni da inizio anno che in fase di quotazione hanno raccolto oltre 165 milioni di Euro.

Quest’anno Borsa Italiana celebra il decennale di AIM Italia, che dalle prime quotazioni nel 2009, si è sviluppato e consolidato come mercato di riferimento per le piccole e medie imprese, spesso al primo accesso ai mercati dei capitali.

Il segmento STAR di Borsa Italiana comprende ad oggi 76 società quotate con una capitalizzazione complessiva pari a 39,9 miliardi di Euro e una capitalizzazione media pari a 523 milioni di Euro.

Si conferma l’importante presenza degli investitori internazionali all’interno del capitale delle società STAR: 85% della quota di capitale detenuta da investitori istituzionali è infatti rappresentata da investitori esteri, nel dettaglio 26% Stati Uniti, 16% UK, 43% resto del mondo.

Le 76 aziende quotate sul segmento STAR provengono da 11 regioni italiane e rappresentano 9 settori di eccellenza dell’economia italiana: dall’alimentare all’automotive, dalla moda all’industria.

Il segmento STAR ha registrato performance molto positive: dalla sua creazione (nel 2001) l’indice FTSE Italia STAR, ha registrato una performance pari a 250% (dato aggiornato al 14/10/2019).

Barbara Lunghi, Responsabile Primary Markets di Borsa Italiana, commenta: “Come Borsa Italiana crediamo che momenti di incontro come l’ AIM Italia e la STAR Conference di Londra siano fondamentali per le società quotate, che hanno l’opportunità di condividere con gli investitori internazionali i propri risultati e prospettive future. Queste iniziative incoraggiano e facilitano le società italiane nel mantenere un dialogo continuo con il mercato sulle piazze in cui vi sono pool di liquidità disponibili ad investire nelle società italiane di piccola e media capitalizzazione.”

 

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


due + = cinque

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>