Borsa. La frenata cinese non spaventa l’Europa, ma Milano resta al palo con le banche (-0,02%)

PALAZZO MEZZANOTTEMilano, 15 luglio – Borse europee in cauto rialzo, nonostante il deludente dato sull’economia cinese, che nel secondo trimestre 2019 è cresciuta “solo” del 6,2%, il ritmo più lento dal 1992. A limitare i guadagni sono state le incertezze di Wall Street: l’attività manifatturiera nell’area di New York è rimbalzata e la trimestrale di Citigroup ha battuto le attese, ma nel complesso è attesa una stagione delle trimestrali in calo e questo non incoraggia i mercati. Parigi ha così guadagnato lo 0,1%, Francoforte lo 0,52%, Madrid lo 0,4% e Londra lo 0,34%. A passo più lento Milano, dove il Ftse Mib ha finito sulla parità (-0,02%), sebbene lo spread sia calato a 190 punti, dopo essere sceso sotto questa soglia e ai minimi da fine maggio 2018, dai 198 della chiusura di venerdì complice il fatto che venerdì in tarda serata Dbrs ha confermato a “BBB” il rating sull’Italia e l’outlook a stabile. A Piazza Affari ha svettato Amplifon (+2,9%), sulla scia delle previsioni positive per i conti del secondo trimestre, in arrivo il 30 luglio, e si è distinta Recordati (+2,08%), che ha acquistato da Novartis per 390 milioni di dollari i diritti per due farmaci per il trattamento di malattie rare. Deboli le banche (Banco Bpm -2,29% e Ubi Banca -1,92%) e i titoli esposti all’Asia come Moncler (-1,27%) e Ferragamo (-0,71%). Sulla parità il petrolio (i contratti a settembre del Wti salgono dello 0,07% e quelli del Brent di pari scadenza dello 0,2%), mentre sul fronte dei cambi, l’euro si è leggermente indebolito e si attesta attorno a 1,126 dollari (1,1273 in avvio e 1,1253 venerdì). La moneta unica vale 121,579 yen (121,75 in apertura), mentre il cambio dollaro/yen è pari a 107,97.

 

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro + = tredici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>