Pramerica SGR. Sostenibilità a tutto tondo: nel primo trimestre i fondi SRI cresciuti del 70% a 583,8 milioni di euro

mercatiNel primo trimestre del 2019, in Italia, i fondi SRI hanno registrato una crescita in termini di raccolta: 583,8 milioni di euro in aumento di oltre il 70% rispetto ai 342,6 milioni del quarto trimestre 2018.Pramerica SGR con i suoi 119 milioni di raccolta netta dei prodotti SRI nel primo trimestre (84,5 nel quarto trimestre 2018) si posiziona tra i primi tre operatori in Italia nella classifica di Assogestioni dei fondi aperti sostenibili. Sono attualmente cinque le strategie socialmente responsabili di Pramerica SGR, che dal 2005 ad oggi hanno contribuito al raggiungimento di questi importanti traguardi. Inoltre, attraverso due di esse, Pramerica Sicav Social 4 Future, che investe nei principali megatrend di sviluppo mondiale e Pramerica Sicav Social 4 Planet, con focus azionario sull’economia circolare – ossia su quel modello che si basa sulla valorizzazione degli scarti dei consumi, sull’estensione del ciclo di vita dei prodotti, sulla condivisione delle risorse e sull’utilizzo di fonti rinnovabili – la SGR contribuisce al raggiungimento di molti dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile definiti  dalle Nazioni Unite (“Sustainable Development Goals” – SDGs).

Questi obiettivi sono stati annunciati nel 2015 in occasione dell’adozione da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, sono interconnessi tra loro e bilanciano le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile, quella economica, sociale e ambientale e hanno il fine ultimo di realizzare pienamente i diritti umani di tutti.

In particolare, tra le soluzioni di investimento di Pramerica SGR, la strategia Social 4 Planet offre un’esposizione ai settori maggiormente coinvolti dai vantaggi derivanti dall’adozione di modelli di economia circolare e alle società che meglio sono riuscite a tradurre i principi dell’economia circolare in pratiche di business, contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo 12, “Responsible consumption and production”.

Al contempo, Pramerica Sicav Social 4 Future contribuisce al raggiungimento di numerosi obiettivi di lungo periodo: investe, infatti, in emittenti globali che affrontano in modo positivo i cambiamenti che impatteranno sull’uomo negli anni a venire, i cosiddetti megatrend – come l’invecchiamento della popolazione mondiale e la speranza di vita in continua crescita, i mercati emergenti in termini di beni di consumo ed educazione, la scarsità delle risorse e la loro equa distribuzione e i cambiamenti climatici – concorrendo così al raggiungimento di ben 13 dei 17 SDGs promulgati dall’ONU.

In aggiunta a ciò, Pramerica SGR sta lavorando per lanciare nel corso dell’anno due strategie ESG che investono in società che per loro natura o nello sviluppo del proprio business concorrono rispettivamente alla riduzione delle emissioni di COin atmosfera e alla limitazione dello spreco idrico.

A chiudere il quadro, dando ulteriore coerenza a quanto fino ad ora fatto e a quanto la società si propone di raggiungere, la partnership per il 2019 con Legambiente per i progetti “Goletta Verde” e “Civico 5.0”. Le due campagne si occupano rispettivamente di tutela dell’ecosistema marino, costiero e di monitoraggio scientifico delle acque, e di informazione e sensibilizzazione sul vivere in condominio in modo nuovo e più sostenibile. Questi due progetti, infatti, sono sostenuti grazie alla devoluzione di parte delle commissioni di gestione di alcuni dei prodotti sostenibili gestiti e distribuiti da Pramerica SGR.

Tutte queste azioni sono il risultato della profonda convinzione che Pramerica SGR, come operatore dell’industria del risparmio gestito in Italia, debba farsi promotore di azioni di responsabilità sociale sia attraverso il proprio business, sia fornendo il proprio contributo in termini di sensibilizzazione, per cercare di innescare un vero e proprio cambiamento culturale in cui la sostenibilità rappresenti il primo pilastro del fare impresa, oltre a un’interessante opportunità di investimento. Questo perchè, come afferma Andrea Ghidoni, Amministratore Delegato della società, “sostenibilità e performance degli investimenti non rappresentano due elementi tra cui scegliere, bensì due facce della stessa medaglia. A tendere, infatti, sarà il mercato stesso a escludere quelle realtà che non perseguono obiettivi sostenibili che di conseguenza saranno penalizzate e non rappresenteranno più una valida scelta per i portafogli dei nostri investitori”.

 

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno + uno =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>