Borsa. Petrolio frena l’Europa, Milano la peggiore (-0,7%)

La Borsa in Piazza degli Affari a Milano

La Borsa in Piazza degli Affari a Milano

Milano, 12 giugno – Battuta d’arresto per le Borse europee che hanno chiuso in rosso la seduta tra i timori della guerra commerciale sull’asse Washington-Pechino e il brusco calo del petrolio (legato al balzo a sorpresa delle scorte Usa). A farne le spese il Ftse Mib, l’indice peggiore del Vecchio Continente, che ha chiuso in ribasso dello 0,71% trascinato già dalle vendite sui settori oil e banche. I titoli degli istituti di credito sono quelli che più stanno risentendo della possibile procedura d’infrazione Ue contro l’Italia, che a Bruxelles ritengono ‘giustificata’. E così lo spread – termometro del rischio Paese – risale in area 267 punti. Tra le blue chip milanesi hanno perso terreno Tenaris (-4,3%) anche alle prese anche con il delisting dalla Borsa Argentina, Saipem (-3,6%), Prysmian (-1,7%) ed Eni (-1,6%). Le vendite hanno penalizzato il mondo del credito, da Banco Bpm (-2,2%) a UniCredit (-2,1%). Sul fronte opposto bene Azimut (+1,7%) dopo la raccolta di maggio e Banca Generali (+0,6%) in vista di una possibile acquisizione della filiale svizzera della danese Saxo Bank (indiscrezioni riportate dal Sole 24 Ore). Limita le perdite Italgas (-0,8%) nel giorno della presentazione del nuovo piano che rivede al rialzo tutti i target. Sul mercato dei cambi, l’euro ha consolidato le posizioni sopra la soglia di 1,13 dollari e vale 1,1321 (da 1,1315 ieri in chiusura). La moneta unica è indicata inoltre a 122,787 yen (122,80), mentre il rapporto dollaro/yen si attesta a 108,46 (108,55). Sul fronte del greggio, dopo il rialzo delle scorte settimanali Usa, già anticipato dalle stime dell’American petroleum institute (Api), il Wti con contratto di consegna a luglio cede oltre il 2,8% a 51,7 dollari al barile, seguito dal Brent di agosto (-2,3%) a 60,8 dollari.

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei + quattro =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>