Borsa. Le minute della Bce disorientano i mercati europei, ma Milano (+0,64%) con banche e ST non si fa impressionare

Piazza Affari

Piazza Affari

Milano, 11 gennaio – Seduta contrastata per le Borse europee. Se Piazza Affari ha aggiornato i massimi da agosto 2015 beneficiando delle indicazioni incoraggianti arrivate dai verbali dell’ultimo consiglio direttivo della Bce sul fronte della ripresa economica (e non lasciandosi spaventare da quelle su un possibile cambio della guidance di politica monetaria), Francoforte ha chiuso in rosso, risentendo ancora dell’incertezza politica. Il Ftse Mib milanese ha guadagnato lo 0,64% al traino di Saipem (+3,65%), premiata dal rialzo del prezzo del petrolio, e StMicroelectronics (+2,2%), sostenuta dal giudizio degli analisti del Credit Suisse. Positivi anche in bancari, mentre le vendite hanno colpito il lusso, con Moncler giù dell’1,64% e Yoox Net-A-Porter del 3,58%. Sul mercato dei cambi, l’euro chiude sopra quota 1,20 dollari, riconquistata dopo la pubblicazione delle minute Bce. La moneta unica vale 1,2047 dollari (1,1969 ieri in chiusura) e 134,22 yen (133,42), mentre il rapporto dollaro/yen è a 111,43 (111,45). In deciso rialzo, infine, il prezzo del petrolio: il future febbraio sul Wti sale dell’1,38% a 64,45 dollari al barile, mentre la consegna a marzo sul Brent guadagna lo 0,87% a 69,80 dollari.

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ uno = quattro

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>