Lyxor. Nel terzo trimestre sul mercato degli ETF Smart Beta crescono i Factor Allocation (1,1 miliardi) e i Multifactor (431 mln), calano i Risk Based (- 60 mln)

etf-tradIl mercato europeo degli ETF Smart Beta ha registrato afflussi modesti pari a 555 milioni di euro nel terzo trimestre 2017. Alla fine del trimestre, la raccolta netta di nuovi capitali si è attestata a 4 miliardi di euro, con masse in gestione totali in rialzo del 16% rispetto alla fine del 2016, a quota 33,3 miliardi di euro (compreso un lieve contributo della performance di mercato pari al 4%).

Da inizio anno, i flussi sono stati piuttosto costanti verso le strategie Value e Income, poiché gli investitori sono a caccia di rendimenti e di fonti alternative di performance in un contesto di bassi rendimenti e dati più incoraggianti sull’economia globale. Queste tendenze sono state tuttavia meno evidenti nel terzo trimestre, con flussi nel complesso limitati nel segmento Smart Beta. Gli afflussi verso gli ETF Risk Based sono stati leggermente negativi nel terzo trimestre (-60 milioni di euro), trend che prosegue da inizio anno. Nonostante le valutazioni elevate sui mercati azionari (soprattutto negli Stati Uniti), ad oggi gli investitori non hanno sentito il bisogno di proteggere i loro portafogli. I deflussi si sono invece concentrati sui sottostanti europei, alla luce della diminuzione della volatilità e della minore incertezza sul fronte delle politiche economiche. Gli ETF Factor Allocation hanno ricevuto la maggior parte degli afflussi del terzo trimestre a quota 1,1 miliardi di euro, a fronte dei 719 milioni di euro dei tre mesi precedenti. Il fattore Momentum si è in particolare distinto, attirando gran parte dei capitali (438 milioni di euro). Il fattore Value, che ha raccolto flussi molto consistenti durante l’anno, ha continuato ad attrarre investimenti nel terzo trimestre, seppure ad un ritmo più lento. Gli ETF Multi-Factor hanno registrato una consistente ripresa (431 milioni di euro), dopo i deflussi che hanno caratterizzato il primo semestre.

Gli ETF Fundamental hanno registrato deflussi per 439 milioni di euro nel terzo trimestre, a fronte dei 743 milioni di euro di nuovi capitali nei tre mesi precedenti. Gli afflussi verso le strategie Income Generation sono stati molto deboli nel terzo trimestre, ma i deflussi si sono perlopiù concentrati sulle strategie Micro-Weighted (-513 milioni di euro). Gli ETF Fundamental europei hanno raccolto 205 milioni di euro, mentre dagli omologhi statunitensi sono defluiti 195 milioni di euro. Ciò potrebbe derivare dal fatto che le azioni dell’eurozona tendono a sovraperformare quelle statunitensi nelle fasi caratterizzate da un’incertezza politica ridotta e da migliori performance degli indici PMI  indicatori della dinamica di crescita dell’economia.

Marlène Hassine, Head of ETF Research

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Finanza e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove + = tredici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>